Crea sito

Giorno per giorno tutte le curiosità dal mondo dei libri

Almanacco Libri

Nikolaj Leskov (†5 marzo 1895), un viaggiatore incantato tra le braccia dell’aristocrazia dell’Ottocento

Nikolaj Leskov (†5 marzo 1895), un viaggiatore incantato tra le braccia dell’aristocrazia dell’Ottocento

NIKOLAJ LESKOV — Il 5 marzo 1895 a Pietroburgo si spegneva lo scrittore russo Nikolaj Semënovič Leskov, autore de Il viaggiatore incantato. La fortuna di Leskov non fu sempre dalla sua parte, nel 1861 un evento lo condusse ad essere addidato come conformista e alle dipendenze delle forze dell’ordine. 

NIKOLAJ LESKOV E IL 1861 — Si trovava a Pietroburgo quando nel 1862, numerosi incendi misero in disordine la città soprattutto nel mese di maggio.  L’intera città è invasa dalle fiamme: le zone Moskovskaja e Jamskaja, la via Sadovaja. Nessuno riesce a capirne le cause, non si sa se ad appiccare i fuochi siano stati i polacchi, gli studenti, i gruppi di nichilisti oppure i criminali. Leskov scriveva per varie riviste di divulgazione popolare e in quell’occasione in un articolo per Severnaja Pčela (“L’ape del nord”) scrisse che gli incendi erano provocati da quegli studenti nichilisti russi vicini al terrorismo che stavano assumendo un carattere d’avanguardia sempre più forte. Questi ultimi non mancarono ad accusare Leskov circa la sua vicinanza con la polizia, il suo essere filo-ortodosso e conservatore. Ma dall’altra parte vediamo un’aristocrazia che iniziava a vedere sempre più di buon occhio questo scrittore, tanto che venne accolto nei loro ambienti con grande benevolenza.

Sta di fatto che l’ostilità proveniente dagli ambienti progressisti costò cara a Leskov, i critici radicali lo allontanarono dagli ambienti letterari. La fama con i suoi romanzi arrivò infatti durante gli anni 70 con la pubblicazione dei seguenti libri: Soborjane (Il clero della cattedrale, 1872), Očarovannyj strannik (Il viaggiatore incantato, 1873) e Zachudalyj rod (Una stirpe decaduta, 1874).



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.